video uilm

Loading...

giovedì 3 novembre 2011

Nubi di tempesta alla Bombardier.

 Il sindaco vadese Attilio Caviglia e il presidente provinciale Angelo Vaccarezza, insieme all’assessore comunale Guido Canavese e al consigliere Matteo Debenedetti, hanno incontrato lavoratori, Rsu e rappresentanze sindacali alla Bombardier di Vado Ligure. La scure che taglia i fondi per il trasporto pubblico ricadrà sui cinquanta locomotori della commessa Trenitalia, passati in un attimo a venti, mette in crisi tutto il pacchetto lavorativo ed occupazionale per il 2012 , con la prospettiva di lunghi periodi di cassa integrazione . E’ stata sospesa anche la commessa dello Spacium,il treno superveloce che avrebbe dovuto garantire altro lavoro, sia alle maestranze dello stabilimento Vadese  che agli oltre  1000 dell’indotto. E’ stato incontrato anche l’assessore  dei Trasporti  della Liguria Enrico Vasco , il quale dichiara < Dopo una drastica riduzione  da 2,2 miliardi a 400 milioni  sulla previsione di spesa dello Stato sui trasporti , Trenitalia ha dovuto tagliare delle commesse  già in essere con la Bombardier , tutto questo si ripercuote  sia sui lavoratori ,che sui utenti liguri >. Il segretario Uilm Giovanni Mazziotta dichiara < Siamo abbastanza certi che si dovrà ricorrere agli ammortizzatori sociali .Non sarà facile,né indolore uscire da questa situazione di stallo causato dalla crisi istituzionale ed economica , che stà attraversando  la nazione>.La segreteria Uilm  sarà presente in Bombardier , partecipando allo sforzo sindacale di trovare soluzioni  atte a risolvere questa situazione.

Nessun commento:

Posta un commento