video uilm

Loading...

mercoledì 12 marzo 2014

Schiarita alla Bombardier di Vado Ligure

Nell'incontro tra vertici aziendali e organizzazioni sindacali di categoria che si è svolto oggi all’Unione Industriali di Savona sono confermate le buone notizie per i lavoratori della Bombardier di Vado Ligure. La cassa integrazione straordinaria  terminerà a settembre ed in seguito si ritornerà alla piena occupazione garantita dalle commesse di rifacimento carrozze e l'acquisizione delle E464 di Trenitalia, che garantiranno carichi di lavoro per circa dieci mesi.
Un primo sospiro di sollievo per i lavoratori del sito produttivo vadese impegnati da tempo nella vertenza con l’azienda. Le questioni sul breve periodo sono più positive di quanto si aspettassero gli addetti ai lavori , l’azienda ha formalizzato addirittura per iscritto il rientro dalla cassa integrazione di tutte le persone, con una previsione di carico di lavoro fino a marzo 2015. Rimangono comunque le perplessità sul lungo periodo, e l’attenzione deve rimanere altissima, i sindacati dovranno mettere immediatamente in campo le istituzioni locali, in primis la Regione, per avere un incontro con il Ministero dello Sviluppo Economico con la presenza di Trenitalia, sindacati e azienda.
 Giovanni Mazziotta, segretario Uilm dichiara "Sono soddisfatto per l'incontro odierno , ma le preoccupazioni per il futuro dell'azienda rimangono”.
Un incontro,  quello odierno, che dovrebbe consentire di portare avanti la complessa trattativa sindacale e aziendale a riguardo sui futuri investimenti  in un clima più sereno.

Nessun commento:

Posta un commento