video uilm

Loading...

venerdì 11 gennaio 2013

Bombardier , quale futuro ?


 “C’è bisogno di un duplice impegno, quello di Trenitalia per proseguire la commessa del locomotore 464 e quello di Bombardier ad investire per aggiudicarsi commesse future ad esempio per gli elettrotreni”. Lo hanno ribadito gli assessori regionali al lavoro e allo sviluppo economico, Enrico Vesco e Renzo Guccinelli mercoledì pomeriggio nel corso dell’incontro svoltosi a Vado Ligure con le organizzazioni sindacali, gli Enti locali e i vertici della Bombardier per affrontare il tema dei carichi di lavoro dell’azienda.
Secondo l’assessore ai trasporti e al lavoro della Regione Liguria “nel panorama nazionale c’è ancora bisogno di locomotori 464 in particolare in Liguria dove devono arrivare ancora sette treni Vivalto, come concordato nel contratto di servizio, che avranno bisogno del locomotore”. Allo stesso tempo Vesco si è rivolto a Bombardier affinché “presenti al più presto un piano di investimenti che contempli l’omologazione, attraverso gli elettrotreni, del trasporto regionale in vista di nuove gare”.
Lavoratori e organizzazioni sindacali di categoria hanno incassato l’impegno della Regione a fare pressioni su Trenitalia in merito ai nuovi ordinativi possibili per il 2013, oltre a chiedere nel dettaglio il prossimo piano industriale di Bombardier che dovrebbe essere illustrato entro un mese e capire le intenzioni dei vertici aziendali per il sito produttivo vadese.
Il segretario provinciale della Uilm ,Gianni Mazziotta , ha dichiarato < In questo periodo, il mercato richiede prodotti finiti e omologati , che devono essere consegnatiin tempi più rapidi possibili e con un know how di altissimo profilo che Bombardier dispone e che ha sempre avuto>. L’impegno di tutti i partecipanti è quello di rivedersi il prossimo mese.







Nessun commento:

Posta un commento