video uilm

Loading...

giovedì 11 aprile 2013

Mobilitazione Bombardier


Vado L. E’ iniziata la mobilitazione di sindacati e lavoratori della Bombardier di Vado Ligure, con un presidio che durerà sino al 19 aprile, quando si terrà l’attesa assemblea presso la società di mutuo soccorso Aurora di Valleggia a Quiliano.La Rsu aziendale vuole sensibilizzare sulla situazione di stallo dello stabilimento, sulla crisi delle produzioni ferroviarie e sulla cassa integrazione ancora in vigore per 170 lavoratori sui 500 del sito produttivo. Lo spettro è quello dei licenziamenti e di un’azienda che, non sapendo rinnovare e dotarsi di mezzi più moderni, rischia, secondo i lavoratori, di finire fuori dal mercato.

E' stato distribuito un volantino di protesta dove si legge: “Dopo queste poco lungimiranti scelte manageriali, nell’attesa che Trenitalia decida di investire sul trasporto delle merci su treno e trasporto passeggeri regionale, ci chiediamo quale strategia industriale ha Bombardier per dare un futuro al sito Vadese, per reagire alla crisi, per continuare ad essere un pezzo importante della economia ligure, per continuare a dare lavoro ai 600 dipendenti diretti e ai 1500 dell’indotto, per crescere ancora e contribuire a far uscire il nostro territorio dalla crisi."
 La fabbrica di Vado ha prodotto negli ultimi 12 anni 692 locomotori E464 passeggeri, 188 locomotive per il mercato merci Italiano e Spagnolo, producendo milioni di euro di utili per Bombardier”.
 Ora, però, il futuro è nero.

Nessun commento:

Posta un commento